Call us toll free: +1 800 789 50 12
Top notch Multipurpose WordPress Theme!
Call us toll free: +1 800 789 50 12

TGR Campania del 31/08/15

by Story Riders in Comments: 0

OttoPagine.it del 31/08/15

by Story Riders in Comments: 0

Si è conclusa nella serata di ieri la kermesse culturale dal titolo“StoryRIDERS”, una tre giorni dedicata allnews32650a letteratura, alla cultura, all’arte, ai racconti e alle belle storie, svoltasi a Borgoriccio, nel Comune di Torchiara.

La manifestazione, giunta alla sua prima edizione, è stata ideata e realizzata da Angela Rosa Riccio, Roberto Quatraccioni e Monica Esposito, con il contributo dell’Ente Provinciale Turismo di Salerno, la Bcc dei Comuni Cilentani e l’Unione dei Comuni del Cilento.

Si è trattato di una tre giorni in cui le storie più belle, i racconti più interessanti e i “cunti” più particolari hanno preso forma, grazie anche alla presenza dei personaggi più conosciuti e rinomati dell’editoria e del giornalismo italiano, in uno scenario, quale quello di Torchiara, fra i più belli e affascinanti del Cilento.

Tre le locations: Torre Colombaia dove dalle 18 alle 20 si sono tenuti gli appuntamenti di narrazione, Il Falco del Cilento per i racconti dei sapori e le piccole degustazioni e, infine, Borgoriccio dalle 21 per gli eventi multimediali.

Tanti gli ospiti che hanno preso parte alla kermesse, fra cui: lo scrittoreLuciano De Crescenzo, che ha inaugurato la manifestazione, allietando il pubblico dei presenti nella serata di mercoledì 26 agosto, Giuseppe Attene, Vanna Ugolini, Giulia Cerasoli, Alessandra Oddi Baglioni, Pasquale Perisco, Bruno De Concilis e Giuseppe Pagano, Gennaro Guida, Martina Marino, Attilio Rossi e Nicola Rossi, Roberto Franco, Federica Cigala Ruffo, Raffaele Aragona, Alfonso Lo Vito, Andressa Rodriguez De Castro, Pietro D’Intino.

(Fonte: Ottopagine.it, articolo del 31 agosto 2015)

LaCittàdiSalerno.it del 30/08/15

by Story Riders in Comments: 0

Si chiude oggi la tre giorni dedicata alla narrazione “Storyriders”, ospitata a Torchiara, tra llogo-STORYRIDERS-800x480e pendici dei monti cilentani. Qui la narrazione di una terra antica trova la sua casa ideale nella residenza culturale di Borgoriccio dall’architettura tipicamente rurale, il Falco del Cilento e la Torre Colombaia. L’ultima giornata dedicata allo storytelling, al mondo delle storie e dei cunti, si apre con l’incontro tra il regista Attilio Rossi e il produttore cinematografico Beppe Attene. In particolare, Attilio Rossi, regista di Agropoli, è stato da poco protagonista al Cineteatro Eduardo De Filippo della docufiction promozionale per la città agropolitana, “Agropoli ogni luogo racconta una storia”. La storia del famoso centro costiero alle porte occidentali del Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni: dallo sbarco dei greci ai giorni nostri. Il progetto, realizzato da Mekanè Produzioni, ha rappresentato un’eccellenza nel campo del cinema digitale nazionale, essendo stato uno dei primi lavori italiani realizzato in stereoscopia, in 3D. Rossi non è nuovo alla narrazione territoriale. Fu ancora lui a firmare uno straordinario documentario sulla dieta mediterranea cilentana, studiata dal professor Ancel Keys, grazie ai cui studi sul villaggio Minnelea, estesi poi a Pioppi, venne fuori una approfondita analisi del territorio e delle abitudini alimentari delle popolazioni meridionali, dimostrando come l’olio d’oliva e altri prodotti prevenissero problemi cardiovascolari e malattie oncologiche. Agropoli e il Cilento continueranno ad essere raccontate grazie alla presentazione del libro “I borghi dei misteri” di Gennaro Guida. Lo scrittore incontrerà l’ideatrice della rassegna “Storyriders”, Angela Riccio. Il volume racconta le avventure ironiche di un cavaliere medievale, tra le strade e le radure di Rutino e Cicerale, di Agropoli e Vatolla, di Torchiara e San Mango Cilento, mostrando un mondo vergine e non toccato dall’inquinamento. La narrazione del territorio non passa solo tramite le immagini cinematografiche e la storia paesaggistica ma anche dalla cucina locale. Alle ore 19 presso il Falco del Cilento, si tiene “Acquasale, vutticiella e il vino errante” con l’imprenditore Oreste Mastrogiovanni, il professor Pasquale Persico e il viticoltore Bruno De Conciliis. Durante la tre giorni, una speciale giuria ha selezionato i racconti del concorso letterario “Common People”. La cerimonia di premiazione si terrà presso la Torre Colombaia alle ore 20 con Alfonso Lovito e Patrizia Naccarato (amministratore delegato e direttore Università e Campus), Angela Pace (commissario straordinario Ept Salerno) e Massimo Farro (sindaco di Torchiara). A chiudere, la sezione Figli delle stelle con il “Viaggio letterario e musicale negli anni ‘80″ di Roberto Franco.

(Fonte: LaCittàdiSalerno.it, articolo di Davide Speranza del 30 agosto 2015)

LaCittàdiSalerno.it del 29/08/15

by Story Riders in Comments: 0

Chiusa la prima giornata, Storyriders continua il suo viaggio attraverso le narrazioni. Oggi si riprende con il secondo appuntamento del laboratorio di scrittura creativa curato dalla giovane editor e docente Emanuela Ferraro e la image (1)testimonianza di Giuseppe Pace. Si procede alle ore 18 nella Torre Colombaia con “Oltre gli stereotipi della violenza”, dialogo tra la giornalista de “Il Messaggero”, Vanna Ugolini, e il giornalista “Ansa” Nicola Rossi. Alle ore 19, sempre per incontri face to face, “Decamerone Vol. I”, dialogo tra la scrittrice Alessandra Oddi Baglioni e il giornalista Rai, Enrico Deuringer. Si passa quindi al Falco del Cilento con le narrazioni di imprenditori e prodotti del territorio. “Mozzarelle e Fiano” è il titolo della sezione dedicata alla cultura culinaria regionale, con i racconti dell’imprenditrice Lisa Natale, il viticoltore Giuseppe Pagano e l’esperta di international marketing Andressa Rodriguez De Castro. Si passa quindi alla sezione giornalismo, dove si parlerà di giornali, mediaticità ed editoria nel Terzo Millennio. L’incontro si tiene alle ore 20 a Borgo Riccio. Non poteva mancare l’appuntamento con il cinema. Dopo la proiezione di ieri, dove protagonista assoluto era stato l’inventore dell’elicottero e della Vespa, ecco il documentario “Bruno e Gina”, la tragica storia d’amore tra il figlio di Mussolini e una ragazza, raccontata da Beppe Attene e Angelo Musciagna. La storia del rapporto tra i due diventa anche pretesto per raccontare i conflitti bellici in Africa, Spagna, la Seconda Guerra Mondiale, le vicende della Repubblica di Salò fino alla condanna a morte del Duce. Il tutto ripercorso attraverso le immagini crude dell’Archivio Luce, mitigate dalla storia intima di Bruno Mussolini e Gina Ruberti.A dibattere sul film, lo stesso produttore cinematografico Beppe Attene e Angela Riccio de Braud organizzatrice di StoryRiders. La proiezione si tiene a Borgo Riccio dalle ore 21. La seconda giornata si chiude con “Estemporanea di pittura” a cura di Cosimo Brunetti.

(Fonte: LaCittàdiSalerno.it, articolo di Davide Speranza del 29 agosto 2015)

LaCittàdiSalerno.it del 28/08/15

by Story Riders in Comments: 0

Giornalismo, letteratura, cinema, “esercizi di stile” alla Raymond Queneau, moda e profumi ma ancimagehe imprenditoria ed eccellenze dei prodotti locali. Tutto all’insegna della narrazione. Inizia oggi la manifestazione Storyriders, la rassegna di tre giorni che si tiene a Torchiara, ormai paese dei narratori. L’organizzazione è a cura di Angela Riccio, Monica Esposito e Roberto Quatraccioni in collaborazione con il Comune di Torchiara e l’Ente Provinciale Turismo di Salerno. L’anteprima di mercoledì ha incassato il primo successo con la performance di un Luciano De Crescenzo in grande forma: il regista e scrittore napoletano ha raccontato al pubblico la sua vita di artista. Alla serata ha partecipato anche Andrea Pinketts che con De Crescenzo ha parlato della felicità facendogli sostanzialmente da spalla. Oggi la partenza ufficiale con il primo appuntamento del laboratorio di scrittura creativa a cura di Emanuela Ferraro. Dalle 18 alle 19, l’incontro “face to face” tra il segretario nazionale dell’Oplepo, Raffaele Aragona, e la giornalista de “Il Messaggero”, Vanna Ugolini. Particolarmente affascinante, la presenza di Aragona, che sulla scia di Italo Calvino e del francese Raymond Queneau, cercherà di mostrare l’aspetto ludico e creativo della letteratura. L’Oplepo – che sta per Opificio di Letteratura Potenziale – è la risultante di tre termini: “opificio” ovvero un luogo dove, in questo caso, si producono “strutture” letterarie; “letteratura”, da intendersi in senso lato e dimostrativo, poiché nell’ambito dell’Oplepo vivono altre attività parallele quale quella del Teano (Telematica, Elettronica e Analisi nell’Opificio); “potenziale” perché i prodotti di questo opificio non sono reali, essendo esso una fabbrica di strutture, di metodi, dei quali interessa dimostrare la potenziale capacità di produrre altri testi: la derivazione di questo tipo di attività letteraria è francese e nasce da un’altra scuola di scrittori fondata nel 1960 da Queneau, l’Oulipo. Si passa, poi, dalle 19 alle 20, all’incontro tra l’imprenditrice Martina Marino e la regista di moda internazionale Silvana Augero Pascale. Parleranno di bon ton e dell’arte di sapersi presentare tra profumi, vestiti, moda del momento ed eleganza. Al Falco del Cilento, alle ore 19, il faccia a faccia tra due imprenditori, Pina Tortora e il viticoltore Pasquale Mitrano. A seguire, la sezione cinema con la proiezione del film “Corradino D’Ascanio: l’uomo che inventò l’elicottero”. La storia di un grande sogno: quello di volare. Il regista, Fabio Sanvitale, racconta le vicissitudini di colui che ha inventato l’elicottero e la vespa, il primo volo a Pescara, la vita geniale dell’inventore italiano. A discuterne, Pietro D’Intino, giornalista aeronautico, e Giulia Cerasoli, giornalista di Chi. Si chiude alle 21, con il settore “Eccellenza”, dove imprenditori del territorio raccontano la propria attività e il patrimonio culinario campano. Il progetto è guidato dall’assessore al Turismo, Gennaro Guida. «Abbiamo già fatto incontri sull’olio, il vino, l’artigianato – spiega Guida – ora, il fico cilentano. Il pasticciere Andrea Pecoraro, festeggerà i suoi 45 anni di attività su Agropoli, raccontando come nasce questo frutto e presentando le ricette a base di fico. È importante fare cultura del cibo per valorizzare i nostri imprenditori mettendoci in rete».

(Fonte: LaCittàdiSalerno.it, articolo di Davide Speranza del 28 agosto 2015)

SalernoToday.it del 27/08/15

by Story Riders in Comments: 0

Appuntamento dal 28 agosto a Torchiara con l’evento Story Riders. Nell’ambito della rassheaderegna “Solstizio d’Estate”, quest’anno prende il via Story Riders che vuole diventare un grande happening dove saranno protagoniste le storie: durante la tre giorni di evento infatti, si alterneranno e si racconteranno storie in compagnia di autori, registi, scrittori, giornalisti e imprenditori. A fare da anteprima all’edizione è stato Luciano De Crescenzo che ha presentato il suo “Stammi felice”: De Crescenzo, attingendo al pensiero dei suoi “amici” filosofi, ha provato a spiegare non solo cosa sia la felicità, ma quale sia il segreto, ammesso che esista, per riuscire a vivere relativamente bene. L’evento infatti prevede la partecipazione di Emanuela Ferraro, editor e docente di scrittura, Raffaele Aragona, segretario nazionale Oplepo, Vanna Ugolini giornalista de “Il Messaggero”, Nicola Rossi giornalista Ansa, il regista Attilio Rossi, il produttore cinematografico Beppe Attene, la regista di moda Silvana Augero Pascale, la scrittirice Alessandra Oddi Baglioni, il giornalista Rai Enrico Deuringer, lo scrittore Gennaro Guida, l’imprenditore Oreste Mastrogiovanni, il prof. Pasquale Persico, i viticoltori Pasquale Mitrano, Giuseppe Pagano e Bruno De Conciliis, le imprenditrici Lisa Natale, Martina Marino e Pina Tortora, l’international marketing manager Andressa Rodriguez De Castro, il giornalista aeronautico Pietro D’Intino, Enzo D’Antona direttore de ”La Città”, Giulia Cerasoli, giornalista di “Chi” e Federica Cigala Ruffo giornalista de “Il Denaro”.

(Fonte: SalernoToday.it, articolo del 27 agosto 2015)

OttoPagine.it del 27/08/15

by Story Riders in Comments: 0

Grande successo di pubblico alla serata di presentazione della 1a edizione di “StoryRIDERS”, la kermesimages (1)jse culturale in programma dal 28 al 30 agosto nel Salone Milano di Borgoriccio, a Torchiara.

Ospite d’eccezione lo scrittore, regista e attore di fama internazionale, il grande Luciano De Crescenzo, che ha ripercorso, davanti a un folto pubblico di lettori e appassionati della sua produzione artistica, le tappe della sua vita e i successi della sua carriera. “Stammi felice” il suo ultimo successo letterario, presentato in occasione della serata di apertura di “StoryRIDERS”.

La felicità il filo conduttore della serata, che ha visto De Crescenzo cimentarsi nel racconto di alcuni episodi della sua vita che lo hanno toccato nel profondo, lasciando in lui un segno indelebile.“La felicità è quella cosa che non si può esprimere con mezzi termini: o si è felici o si è infelici”: questo l’esordio di De Crescenzo appena entrato in sala.

Altro ospite della serata lo scrittore noir Andrea Pinketts, vincitore di numerosi premi letterari tra i quali spiccano due edizioni del Mystfest e il premio Scerbanenco, che ha alternato la carriera di scrittore a quella di giornalista investigativo, conducendo inchieste per conto di numerose riviste ed infiltrandosi in prima persona in svariate realtà, anche criminali.

(Fonte: Ottopagine.it, articolo del 27 agosto 2015)

InfoCilento del 27/08/15

by Story Riders in Comments: 0

Grande successo di pubblico per l’anteprima di StoryRiders, la rassegna dedicata alla scrittura in ptorre-torchiara-01-web2-680x365rogramma a Torchiara dal 28 al 30 di agosto. A tenere a battesimo la manifestazione è stato Luciano De Crescenzo che, con la sua inconfondibile vena comica, ha parlato dell’essere felici e del come raggiungere la felicità, sulla riga della sua ultima pubblicazione. “La felicità è quella cosa che non si può esprimere con mezzi termini: o si è felici o si è infelici”, una delle massime dello scrittore che ricalca il pensiero del filosofo greco Epicuro. La rassegna, organizzata col contributo del comune ospitante, della BCC dei Comuni Cilentani e dell’Unione dei Comuni, ritornerà domani fino a domenica, con ospiti d’eccezione come Enrico Deuringer, Enzo D’Antona, Nicola Rossi solo per citarne alcuni. Molto contento della buona riuscita dell’iniziativa il primo cittadino Massimo Farro: “la prima serata è andata benissimo ma – assicura – il meglio deve ancora venire”.

(Fonte: InfoCilento.it, articolo del 27 agosto 2015)

Cilento Notizie del 27/08/15

by Story Riders in Comments: 0

Ospite d’eccezione lo scrittore, regista e attore di fama internazionale, il grande Luciano De Cres27082015_storyriders-pubblicocenzo, che ha ripercorso, davanti a un folto pubblico di lettori e appassionati della sua produzione artistica, le tappe della sua vita e i successi della sua carriera.

“Stammi felice” il suo ultimo successo letterario, presentato in occasione della serata di apertura di “StoryRIDERS”.
La felicità il filo conduttore della serata, che ha visto De Crescenzo cimentarsi nel racconto di alcuni episodi della sua vita che lo hanno toccato nel profondo, lasciando in lui un segno indelebile.

“La felicità è quella cosa che non si può esprimere con mezzi termini: o si è felici o si è infelici”: questo l’esordio di De Crescenzo appena entrato in sala.

Altro ospite della serata lo scrittore noir Andrea Pinketts, vincitore di numerosi premi letterari tra i quali spiccano due edizioni del Mystfest e il premio Scerbanenco, che ha alternato la carriera di scrittore a quella di giornalista investigativo, conducendo inchieste per conto di numerose riviste ed infiltrandosi in prima persona in svariate realtà, anche criminali.

(Fonte: CilentoNotizie.it, articolo del 27 agosto 2015)

OttoPagine.it del 25/08/15

by Story Riders in Comments: 0

‘All around the stories’ o in dialetto campano ‘cunti e racconti’. Il Cilento si candida a diventare il paese delle storie, con la prima edizione di Storyriders, un’iniziativa dal 28 agosto al 30 agosto a Torchiara, borgo medioevale nel cuore della terra salernitana dichiarata dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità.

Tre giorni di eventi legati al mondo, dell’editoria dei video e della comunicazione, ma soprattutto dedicati a chi ama ascoltare storie e racconti o inventarli e narrarli. Inaugura il 26 una serata con Luciano De Crescenzo, che ripercorrerà la sua vita ed i successi della sua carriera al Salone Milano di Borgoriccio. Il programma mette in cartellone non solo storie (raccontate sia dagli ospiti che dagli spettatori), ma anche eventi multimediali, un corso di scrittura creativa e un concorso.

Storyriders è ideato e realizzato da Angela Rosa Riccio, Roberto Quatraccioni e Monica Esposito e verrà realizzato con il contributo di Ente Provinciale Turismo di Salerno e l’Unione Comuni del Cilento. Scenari, la Torre Colombaia, i Falco del Cilento e il Borgoriccio.

(Fonte: Ottopagine.it – edizione di Salerno, articolo del 25 agosto 2015)